Buon Natale

BUON NATALE

Questo è il mio regalo

Venti ritratti di specie a rischio in Italia
dal 12 dicembre al 6 gennaio a Radio3 Scienza
Ne abbiamo scelti venti, per rappresentare le specie animali che rischiano di sparire dal panorama faunistico italiano. C’è la farfalla che vive solo sulle isole Pontine. C’è il gipeto, un rapace che è tornato a nidificare sulle Alpi. E poi la foca monaca, l’orso bruno, il cervo sardo. Ma anche l’ululone appenninico, un rospetto con la pupilla a forma di cuore e il ventre giallo. Venti brevi ritratti, per conoscere più da vicino anfibi, mammiferi, insetti, rettili, pesci e uccelli che rischiano di sparire dal nostro paese.

Le puntate dell’Arca di Natale saranno trasmesse all’interno di Radio3 Scienza, tra le 11:30 e le 12.00, dal 12 dicembre al 6 gennaio. E sono tutte scaricabili in podcast sul sito di Radio3, insieme all’e-book con i testi dei venti ritratti.

 

Al depuratore di Cuma

mercoledì 1 giugno 2016, Maria Strianese ha incontrato, presso l’Auditorium dell’impianto di depurazione di Cuma, gli alunni del primo circolo didattico Marconi e dell’istituto comprensivo Oriani-Diaz nel corso di un incontro di sensibilizzazione ambientale promosso dagli assessorati alla Pubblica Istruzione e all’Ambiente del Comune di Pozzuoli nell’ambito del progetto “Scuola, Ambiente e Territorio”, con una lettura animata da “Alla ricerca dei colori perduti”.

IMG0529A

Sono intervenuti l’amministratore unico di SMA Campania Raffaele Scognamiglio, l’assessore alla Pubblica Istruzione Luisa De Simone, l’Assessore all’Ambiente Franco Cammino.

S. Fede Liberata
ex convento di Santa Maria della Fede
Via San Giovanni Maggiore Pignatelli 2 – Napoli
————————————————————

Sabato 16 Maggio, ore 16
a cura de La Tribù dell’Artigiano

laboratorio di riciclo creativo
per costruire vasi di riciclo e mettere a dimora piantine e semi che ridaranno colore allo splendido cortile di Santa Fede.
Il laboratorio è aperto a grandi e piccini,
chiunque volesse contribuire a questa iniziativa potra’ portare piantine, semi e terriccio.

a seguire
lettura animata e laboratorio creativo con Maria Strianese
Alberi immaginari
leggiamo “L’uomo che piantava gli alberi”
e componiamo un albero con materiali riciclati

Alberi immaginari
si replica
domenica 17 maggio, ore 12

contrinuto libero

in caso di pioggia l’evento si svolgerà sotto i portici del cortile

 

20 marzo: giornata mondiale della felicità

Si celebra oggi 20 marzo la prima Giornata Internazionale della Felicità, Istituita dall’ONU.
Un giorno in cui si celebra il diritto ad essere felici, riconoscendo “l’importanza della felicità e del benessere come obiettivi universali”
Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha esortato a “rafforzare i nostri sforzi per uno sviluppo umano inclusivo e sostenibile e a rinnovare il nostro impegno ad aiutare gli altri. Quando contribuiamo al bene comune, noi stessi siamo arricchiti. La compassione promuove la felicità e aiuterà a costruire il futuro che desideriamo”.
una vita felice e realizzata, senza paura e povertà, e in armonia con la natura”, ma il benessere materiale fondamentale “è ancora irraggiungibile per troppe persone che vivono in estrema indigenza” e subiscono la “minaccia costante” di “crisi socio-economiche, violenza e crimine, degrado ambientale e crescenti minacce di cambiamenti climatici”.

Parole un po’ difficili che significano una cosa semplice e ovvia: nessuno può essere felice da solo, perchè da soli ci si annoia. Tanta felicità a tutti.

associazione degli scrittori italiani per l’infanzia

Nasce l’ICWA, l’associazione degli scrittori italiani per l’infanzia

Bologna, Fiera del libro per ragazzi. Mercoledì 27 marzo 2013, ore 11.30. Sala Ronda

In occasione della cinquantesima edizione dell’annuale Fiera del Libro per Ragazzi che si terrà a Bologna dal 25 al 28 marzo 2013, verrà presentata l’ICWA (Italian Children’s Writers Association), la prima associazione nata al fine di collaborare alla promozione in Italia e nel mondo della letteratura junior e degli autori italiani per l’infanzia e l’adolescenza.

 

Seppur diversi e decisamente eterogenei per anzianità editoriale, tematiche, stile, i 50 iscritti rappresentano ampiamente la letteratura italiana contemporanea per bambini e ragazzi a livello nazionale e internazionale. Tra di loro vi sono i vincitori dell’Andersen italiano o del Bancarellino, scrittori pluripremiati e giovani emergenti.

L’ICWA – fondata nell’ottobre 2012 – si prefigge principalmente tre obiettivi:

 1. collaborare a un’apertura – in termini culturali e di mercato – internazionale più ampia e significativa della letteratura italiana per l’infanzia

 2. stabilire un dialogo proficuo con gli editori italiani per valorizzare, in modo più incisivo, anche all’estero, la nostra letteratura per ragazzi orientando le scelte verso proposte che possano essere rappresentative della ricchezza della produzione editoriale nostrana

 3. invertire la tendenza (tutta italiana) secondo la quale la letteratura per l’infanzia apparterrebbe a una cultura di serie B. Tale orientamento ha reso di fatto invisibile la produzione letteraria dedicata ai bambini e ai ragazzi.

 Nel corso della presentazione, l’ICWA illustrerà i primi progetti messi in campo dall’associazione:

 Pinocchiate d’autore, un e-book in cui gli iscritti all’associazione si raccontano attraverso il ricordo di una monelleria; un tributo sia alla ricchezza della vita infantile, sia al personaggio che all’estero è diventato il simbolo della letteratura italiana per ragazzi. L’e-book sarà poi messo in vendita nel sito ICWA: www.icwa.it in modo da autofinanziare l’associazione e, successivamente, verrà tradotto in inglese.

Vademecum per le attività di promozione della lettura a marchio ICWA: un progettodiretto a insegnanti e bibliotecari, basato sull’esperienza ventennale di incontri con l’autorematurata dagli scrittori ICWA.

 

Per Informazioni: Ufficio stampa ICWA – stampa@icwa.it

Anna Lavatelli – anitalava@tin.it – cell. 348.1324404

Daniela Palumbo – danielapalumbo@libero.it – cell. 348.5677098

www.icwa.it

settimana europea per la riduzione dei rifiuti

 

logo_singolo1.jpgsi è svolta dal 20 al 28 novembre la seconda edizione della settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Quando passiamo vicino a un cassonetto pieno o vediamo quanti rifiuti produciamo ogni giorno in casa, ci può sembrare impossibile un mondo senza rifiuti. Invece… se ci pensiamo insieme possiamo trovare dei modi per produrre meno rifiuti e non essere costretti a sopportare nuove discariche e inceneritori che danneggiano l’ambiente di tutti.

Basta cambiare qualche abitudine:

quando stai per getterare qualcosa chiediti: può essere ancora utile? posso regalarlo a qualcuno? se è rotto, posso ripararlo?

di ai tuoi genitori di comprare cose durevoli che possono essere utilizzate per molto tempo e riparate; prodotti sfusi o con un piccolo imballaggio; di usare le pile ricaricabili; di ricaricare le cartucce della stampante;

quando fai un regalo a un amico non avvolgerlo in tanta carta e nastri; quando lo ricevi inventa un modo per riutlizzare carta e nastri;

regala alla mamma una borsa per la spesa di stoffa e dille di non usare le buste di plastica;

conserva i fogli già scritti da un lato per prendere appunti sull’altro lato;

se questo ti sembra difficile e noioso, fa una pausa e gioca all’operazione “pattumiera vuota“, clliccando su: ecodallecitta e al gioco dell’oca, cliccando su: giocodelloca.pdf

la regola delle 5 R

Cari amici, in questi giorni sono passato a salutare la mia amica Maria, a Napoli. Purtroppo ho trovato molta spazzatura in giro. I rifiuti sono un grave problema, soprattutto nelle grandi città. È molto importante produrre meno spazzatura. Tutti posso impegnarsi per questo obiettivo, anche i bambini, seguendo la regola delle 5 R:

RIDURRE la spazzatura, non comprando cose che poco dopo bisogna buttare e non prendendole neppure se ce le regalano

RIUTILIZZARE tutto ciò che può ancora servire e non buttar via le cose solo perché sono fuori moda

RICICLARE i materiali: plastica, vetro, carta, gettandoli negli appositi contenitori, così diventeranno nuove cose

RIPARARE gli oggetti ancora utili

REGALARE le cose che non ci servono più

 

Insomma, mandare in discarica il meno possibile. Parlatene con i vostri amici e con i vostri genitori.

La città è vostra ed è bello prendersene cura.

 

Miao

il gatto armonico

 

quanti colori!

Cari amici, quest’estate siete andati al mare? e di che colore era l’acqua? Celeste oppure un po’ giallina? E nel bosco c’erano solo erba verde e fiori, oppure bottiglie e copertoni?

Io ho girato il mondo molte volte e, come si dice, ne ho viste proprio di tutti i colori. Il mondo è pieno di colori e bellezza. C’è il giallo del grano al mattino, il giallo del miele di primavera, il giallo dello zolfo nel cuore della terra. C’è il colore dell’amicizia, il colore della pace, il colore della felicità…

Ora, però, i colori sono tutti in disordine. Ve ne siete accorti anche voi? Il grigio della pietra è andato a finire nel cielo, l’azzurro sulla spiaggia, il rosso nel bosco. Qualcuno non ha rispettato le regole, perciò i colori si sono mischiati. Bisognerebbe rimetterli a posto. Che ne dite? Basta ricordare che:

 

Se vuoi il cielo celeste e bello,

l’aria pura e profumata,

vai a piedi o col cammello,

l’automobile va fermata.

 

Per un mare azzurro e chiaro

basta dire alle persone:

“con la caldaia fai l’avaro,

non usar tanto sapone”.

 

Se cartacce, lattine e bottiglie

getterai nei bidoni più giusti,

sulla spiaggia, giochi, conchiglie

e sabbia dorata per tutti i gusti.

 

Boschi verdi, terra felice,

prati, fiori, frutti gustosi,

se stai attento a pile e vernice,

a tutti i veleni pericolosi.

 

Qualche volta parla più piano,

non far rumore, spegni la lampada,

nel silenzio c’è un canto lontano,

le stelle brillano come rugiada.

 

Per cambiare ci vuole pazienza,

un po’ ogni giorno, con costanza,

procedi con ordine e vigilanza,

non scoraggiarti, c’è sempre speranza.

 

Il mondo è la casa di tutti gli uomini,

è tondo per starci tutti comodi,

nazioni, religioni, colori variopinti,

pensieri che sembrano labirinti,

 

ma uguali per tutti sono i sogni,

gli stessi sono doveri e bisogni:

aria, acqua, terra pulita…

non le sporcare pensa alla vita!

 

miao!

Il gatto armonico